Salta al contenuto principale

La Nostra Guida alla Revisione

PUNTI GUIDA DA CONOSCERE

 

Dove far revisionare un autoveicolo?

"Officine autorizzate"o "Uffici Provinciali del Dipartimento Trasporti Terrestri (D.T.T.)"
- autoveicoli e rimorchi con massa massima complessiva inferiore o uguale a 3,5 t, destinati al trasporto di persone e il cui numero di posti a sedere escluso quello del conducente non sia superiore ad otto
- rimorchi con massa massima complessiva inferiore o uguale a 3,5 t
- motoveicoli
- ciclomotori
- autocaravan
- quadricicli a motore
- taxi
- autoveicoli adibiti al servizio di noleggio con conducente (NCC)
-
autoambulanze
ATTENZIONE:I carrelli appendice, non muniti di targa propria, devono essere sottoposti a revisione unitamente al veicolo al quale sono agganciati

 

Documentazione da presentare?

1. Carta di Circolazione in Originale
2. Titolo autorizzativo o Licenza per i veicoli che ne sono dotati
Taxi e NCC - "Licenza comunale
3. Certificato ATP in caso di veicoli per trasporto a temperatura controllata (in corso di validità)
4. Certificati ADR in caso di veicoli per trasporto di sostanze pericolose
ATTENZIONE: l'omologazione delle modifiche strutturali al veicolo deve essere riportata sulla carta di circolazione (ganci traino, Impianti GPL o Metano)

 

Cosa e' meglio controllare prima della revisione?

1. Leggibilità della Carta di Circolazione
2. Registrazione sulla Carta di Circolazione delle modifiche eseguite sul veicolo
(gancio traino, impianto GPL o Metano)
3. Scadenza degli impianti GPL o Metano
4. Presenza e leggibilità delle Targhe
5.
Leggibilità del Telaio
6. Funzionamento del Sistema di illuminazione e integrità dei gruppi ottici
7. Assenza di perdite dalle tubature
8. Assenza di fori o crepe sui vetri
9. Funzionamento Tergicristalli
10. Stato degli Specchietti
11. Stato della Carrozzeria
12. Presenza dei dispositivi di sicurezza
(triangolo, ruota di scorta o kit, Avvisatore acustico e cinture di sicurezza)
13. Eccessiva fumosità
14. Corrispondenza tra le caratteristiche degli Pneumatici montati e quelle riportate sulla Carta di Circolazione
15. Stato degli Pneumatici
(usura, invecchiamento, lesioni, etc.)

 

 

CONTROLLO GENERALE PRELIMINARE

Dati di Identificazione

Controllo Pneumatici

Carrozzeria

ISPEZIONE VISIVA E STRUMENTALE

Controllo Generale

Sistema Frenante

Carrozzeria

Perdite e Controllo Tubazioni

Emissioni allo Scarico

Emissioni Sonore

ESITO REVISIONE

Al termini dei controlli previsti per la prova di revisione, il processo si conclude con un e:sito

 

Esito regolare
Il veicolo ha superato i controlli tecnici e può circolare fino alla prossima revisione.
A fronte di tale esito il sistema stampa l'ETICHETTA, con esito REGOLARE, che sarà attaccata nell'apposita area, "Revisioni", della Carta di Circolazione e l'operazione si conclude con il pagamento della tariffa.

 

Esito ripetere
Il veicolo non ha superato le prove tecniche ma non è stato escluso dalla circolazione; Il veicolo può circolare fino alla data della prossima prova di revisione entro un mese, purché siano state ripristinate le condizioni di efficienza dello stesso.
A fronte di tale esito il sistema stampa l'ETICHETTA con esito RIPETERE ed i codici relativi alle cause di malfunzionamento; l'operazione si conclude con il pagamento della tariffa.
Entro un mese il veicolo dovrà essere sottoposto ad una nuova prova di revisione che si concluda con esito REGOLARE, presso la stessa Officina ove è stata effettuata la prima revisione o presso gli Uffici Periferici della D.T.T.

Esito sospeso alla circolazione

Il veicolo viene sospeso dalla circolazione fino a nuova visita con esito favorevole; può circolare solo per essere condotto in officina.
Il veicolo non ha superato le prove tecniche ed è sospeso dalla circolazione; il veicolo può circolare SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per recarsi presso l'officina di riparazione, nella stessa giornata della prova di revisione, e quindi di nuovo presso la struttura dove sottoporlo nuovamente a revisione.
A fronte di tale esito il sistema stampa l'ETICHETTA con esito SOSPESO ... ed i codici relativi alle cause di malfunzionamento;l'operazione si conclude con il pagamento della tariffa.
Al termine della riparazione il veicolo dovrà essere sottoposto ad una nuova prova di revisione che si concluda con esito REGOLARE,presso la stessa Officina ove è stata effettuata la prima revisione o presso gli Uffici Periferici della D.T.T.

NOTA: In entrambi i casi il proprietario del veicolo deve pagare le due operazioni di revisione (quella con esito Ripetere/Sospeso, e quella con esito Regolare).

ETICHETTA REVISIONE

Al termine della prova di revisione, sulla Carta di Circolazione all'interno dell'area "Revisioni", viene apposta un Etichetta Meccanizzata od eventualmente un timbro; su entrambi deve essere riportato l'esito della Revisione

Attenzione: il timbro non può essere utilizzato dai centri revisione privati, ma solo dagli uffici locali della d.t.t. in via eccezionale

L'Etichetta Meccanizzata è prodotta dalla Zecca dello Stato e deve riportare il "Codice Antifalsificazione"
I dati registrati sull'etichetta sono:
- Targa del veicolo
- Provincia e numero dell'impresa (n° autorizzazione)
- Data Revisione
- Esito Revisione
- Eventuali CODICI motivanti l'esito della revisione
- CODICE ANTIFALSIFICAZIONE

revisione auto moto esito regolare

Se l'esito della revisione è RIPETERE sull'etichetta sono riportati anche i CODICI per l'identificazione del motivo; i codici sono costituiti da 2 caratteri numerici previsti dall'appendice IX dell'art. 238 del Regolamento di Attuazione del CdS

Nel caso in cui il Centro Privato, per problemi tecnici (mancanza di collegamento con il CED della Motorizzazione, sospensione temporanea del servizio per attività manutentive, etc.), non può stampare l'etichetta autoadesiva provvederà a rilasciare una CERTIFICAZIONE SOSTITUTIVA della Carta di Circolazione

CERTIFICAZIONE SOSTITUTIVA REVISIONE

Nel caso in cui un Centro Revisione Privato, per problemi tecnici (mancanza di collegamento con il CED della Motorizzazione, sospensione temporanea del servizio per attività manutentive, etc.), non possa stampare l'etichetta autoadesiva provvederà a rilasciare al proprietario del veicolo una CERTIFICAZIONE SOSTITUTIVA della Carta di Circolazione

IMPORTANTE - Sulla Certificazione Sostitutiva deve essere dichiarata sia l’impossibilità di stampare l’etichetta che l’ESITO DELLA REVISIONE

Al proprietario dovrà essere consegnata anche una copia del Modulo Esito, comprovante l'avvenuta revisione. Appena il collegamento sarà nuovamente disponibile, il Centro Revisione provvederà alla stampa dell'etichette rimasta sospesa, all'affissione della stessa sulla Carta di Circolazione ed a contattare il proprietario per la riconsegna. Alla riconsegna della Carta di Circolazione, il Centro Revisione dovrà provvedere a ritirare il Certificato Sostitutivo

 

VEICOLI

- autoveicoli e rimorchi con massa massima complessiva inferiore o uguale a 3,5 t, destinati al trasporto di persone e il cui numero di posti a sedere escluso quello del conducente non sia superiore ad otto
- rimorchi con massa massima complessiva inferiore o uguale a 3,5 t
- motoveicoli
- ciclomotori
- autocaravan
- quadricicli a motore


La PRIMA REVISIONE deve essere sostenuta “4 anni dopo la prima immatricolazione”, entro il termine del mese di rilascio della carta di circolazione (ad esempio, se il veicolo è stato immatricolato il 15/01/2008 il tempo utile per sottoporlo alla prima prova di revisione è TUTTO IL MESE DI GENNAIO del 2012, non fa fede la data esatta ma il mese)
La data della PRIMA IMMATRICOLAZIONE è riportata sul facciata frontale della Carta di Circolazione

Dove cercare sulla Carta di Circolazione
Data 1° immatricolazione - Carta di Circolazione NUOVO modello, pdf
Data 1° immatricolazione - Carta di Circolazione VECCHIO modello, pdf

Le REVISIONI SUCCESSIVE devono essere effettuate con cadenza biennale, entro il termine del mese in cui è stato effettuata la revisione precedente. In questo caso a far fede è la data dell’ultima revisione a cui è stato sottoposto il veicolo (ad esempio, se il veicolo è stato sottoposto a revisione il 23/03/2010 il tempo utile per sottoporlo alla successiva prova è TUTTO IL MESE DI MARZO del 2012).
La data dell’ULTIMA REVISIONE effettuata è riportata sull'etichetta apposta sul libretto nello spazio riservato alle revisioni, sul retro della Carta di Circolazione.

Dove cercare sulla Carta di Circolazione
Data Ultima Revisione - Carta di Circolazione NUOVO modello, pdf
Data Ultima Revisione - Carta di Circolazione VECCHIO modello,pdf

Attenzione: nel caso in cui il veicolo sia stato re-immatricolato, fa comunque fede la data della 1° immatricolazione.

Attenzione: NON E' CONSENTITA la circolazione oltre i termini di scadenza della revisione, anche se è stata effettuata la prenotazione!

 

VEICOLI

- autoveicoli con massa massima complessiva superiore a 3,5 t
- rimorchi con massa massima complessiva superiore a 3,5 t
- taxi
- autoveicoli adibiti al servizio di noleggio con conducente (NCC)
- autobus
- autoambulanze


La PRIMA REVISIONE deve essere sostenuta “nell'anno successivo la prima immatricolazione”, entro il termine del mese di rilascio della carta di circolazione (ad esempio, se il veicolo è stato immatricolato il 15/01/2010 il tempo utile per sottoporlo alla prima prova di revisione è TUTTO IL MESE DI GENNAIO del 2014, non fa fede la data esatta ma il mese)
La data della
PRIMA IMMATRICOLAZIONE è riportata sul facciata frontale della Carta di Circolazione
Dove cercare sulla Carta di Circolazione
Data 1° immatricolazione - Carta di Circolazione NUOVO modello, pdf
Data 1° immatricolazione - Carta di Circolazione VECCHIO modello, pdf

Le REVISIONI SUCCESSIVE devono essere effettuate con cadenza annuale, entro il termine del mese in cui è stato effettuata la revisione precedente. In questo caso a far fede è la data dell’ultima revisione a cui è stato sottoposto il veicolo (ad esempio, se il veicolo è stato sottoposto a revisione il 23/07/2017 il tempo utile per sottoporlo alla successiva prova è TUTTO IL MESE DI LUGLIO del 2018).
La data dell’
ULTIMA REVISIONE effettuata è riportata sull'etichetta apposta sul libretto nello spazio riservato alle revisioni, sul retro della Carta di Circolazione.
Dove cercare sulla Carta di Circolazione
Data Ultima Revisione - Carta di Circolazione NUOVO modello, pdf
Data Ultima Revisione - Carta di Circolazione VECCHIO modello,pdf


 

REVISIONE SINGOLA O STRAORDINARIA

Si tratta di un'operazione di Revisione PARZIALE, con lo scopo di verificare il ripristino delle condizioni di sicurezza dei SOLI elementi oggetto di segnalazione; questo tipo di revisione può scaturire a seguito di un generico controllo da parte dell'organo accertatore o di incidente stradale.

Quando è richiesta la Revisione Straordinaria?
- Controllo generico, Se sorgono dubbi sulla persistenza dei requisiti di "Sicurezza", "Rumorosità" e "Inquinamento" prescritti, l'organo accertatore deve procedere alla segnalazione del veicolo ai sensi dell'Art. 80, comma 5, del CdS al competente ufficio del D.T.T.
- Incidente stradale, In caso di incidente stradale l'organo accertatore, ai sensi dell'Art. 80, comma 7, del CdS, verificata la presenza di gravi danni che possono compromettere la sicurezza per la circolazione del veicolo (ed eventuale rimorchio) è tenuto a darne comunicazione al competente ufficio locale della D.T.T.

Procedura
1. A seguito di tali segnalazioni l'ufficio della D.T.T. provvederà ad inviare una lettera di richiamo del veicolo a "Revisione".

2. Il proprietario dovrà provvedere alla riparazione degli elementi oggetto di accertamento e dovrà farsi rilasciare dall'officina i documentazione attestanti i lavori eseguiti.

3. Il proprietario dovrà compilare la domanda di revisione (mod. TT2100) e pagare la normale tariffa di revisione 45,00€ sul bollettino di conto corrente postale n. 9001

4. Con la domanda e la ricevuta di pagamento si procederà alla prenotazione della prova di revisione.

ATTENZIONE: in sede di revisione il proprietario deve mostrare la documentazione che certifica l'avvenuta riparazione, di cui al punto 2.

La Revisione Straordinaria vale come Revisione Periodica?
Poiché revisione straordinaria è una revisione PARZIALE, normalmente, non copre la revisione periodica o annuale. Se la revisione periodica o annuale scade entro l’anno in corso, si eseguono direttamente tutti i controlli di rito e la revisione può considerarsi completa.

 

IMPORTANTE

Gli importi per le operazioni di revisione sono definiti con specifico Decreto Ministeriale.

L'applicazione di tariffe diverse da quelle individuate ai sensi del decreto DM n.161 comporta sanzioni e la contestuale comunicazione all'Autorità competente.
Le officine autorizzate allo svolgimento delle revisioni dei veicoli ex art.80 del Codice della Strada non possono praticare sconti o promozioni sul prezzo stabilito per le operazioni di revisioni. Eventuali irregolarità rappresentano una grave violazione nell'esercizio dell'attività autorizzata e possono dar luogo alle sanzioni previste nell'art. 80 del codice della strada.

REVISIONE OMESSA - REVISIONE OMESSA RIPETUTA - CIRCOLAZIONE CON VEICOLO SOSPESO
Art. 80 CdS comma 14
Ad esclusione dei casi previsti dall'articolo 176, comma 18, chiunque circola con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 155,00 a euro 624,00. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste dalle disposizioni vigenti. L'organo accertatore annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all'effettuazione della revisione. È consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi presso uno dei soggetti di cui al comma 8 ovvero presso il competente ufficio del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici per la prescritta revisione. Al di fuori di tali ipotesi, nel caso in cui si circoli con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell'esito della revisione, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.842,00 a euro 7.369,00. All'accertamento della violazione di cui al periodo precedente consegue la sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni, secondo le disposizioni del capo I, sezione II, del titolo VI. In caso di reiterazione delle violazioni, si applica la sanzione accessoria della confisca amministrativa del veicolo
Comma modificato dalla legge 29 luglio 2010 n.120

REVISIONE OMESSA & CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA O SU STRADE EXTRA URBANE
Art. 176 CdS comma 18
Parimenti il conducente che circola sulle autostrade con veicolo non in regola con la revisione prevista dall'art. 80, ovvero che non l'abbia superata con esito favorevole, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 155 a euro 624. E' sempre disposto il fermo amministrativo del veicolo che verrà restituito al conducente, proprietario o legittimo detentore, ovvero a persona delegata dal proprietario, solo dopo la prenotazione per la visita di revisione. Si applicano le norme dell'art. 214.

MODIFICHE ALLE CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE DEI VEICOLI
Art. 78 CdS comma 1, 2, 3 e 4 - Modifiche delle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione e aggiornamento della carta di circolazione
1. I veicoli a motore ed i loro rimorchi devono essere sottoposti a visita e prova presso i competenti uffici della Direzione generale della M.C.T.C. quando siano apportate una o più modifiche alle caratteristiche costruttive o funzionali, ovvero ai dispositivi d'equipaggiamento indicati negli articoli 71 e 72, oppure sia stato sostituito o modificato il telaio. Entro sessanta giorni dall'approvazione delle modifiche, gli uffici della Direzione generale della M.C.T.C. ne danno comunicazione ai competenti uffici del P.R.A. solo ai fini dei conseguenti adeguamenti fiscali.
2. Nel regolamento sono stabiliti le caratteristiche costruttive e funzionali, nonché i dispositivi di equipaggiamento che possono essere modificati solo previa presentazione della documentazione prescritta dal regolamento medesimo. Sono stabilite, altresì, le modalità per gli accertamenti e l'aggiornamento della carta di circolazione.
3. Chiunque circola con un veicolo al quale siano state apportate modifiche alle caratteristiche indicate nel certificato di omologazione o di approvazione e nella carta di circolazione, oppure con il telaio modificato e che non risulti abbia sostenuto, con esito favorevole, le prescritte visita e prova, ovvero circola con un veicolo al quale sia stato sostituito il telaio in tutto o in parte e che non risulti abbia sostenuto con esito favorevole le prescritte visita e prova, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559.
4. Le violazioni suddette importano la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.

Art. 79 CdS comma 1 e 4 - Efficienza dei veicoli a motore e loro rimorchi in circolazione
1. I veicoli a motore ed i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l'inquinamento entro i limiti di cui al comma 2.
4. Chiunque circola con un veicolo che presenti alterazioni nelle caratteristiche costruttive e funzionali prescritte, ovvero circola con i dispositivi di cui all'art. 72 non funzionanti o non regolarmente installati, ovvero circola con i dispositivi di cui all'articolo 80, comma 1, del presente codice e all'articolo 238 del regolamento non funzionanti, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318. La misura della sanzione è da euro 1.114 a euro 11.139 se il veicolo è utilizzato nelle competizioni previste dagli articoli 9-bis e 9-ter.(1)(2)
(1) Comma modificato dalla legge n. 214 del 1° agosto 2003, di conv. del decreto-legge n. 151/2003
(2) Comma modificato dalla legge 29 luglio 2010 n. 120

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing diam nisl ut aliquip ex ea commodo consequat euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aluam sed elit diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna sed elit diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, nisl ut aliquip ex ea commodo consequat euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aluam sed elit diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna sed elit diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna.